Confermata la qualità delle acque Fermane. E' Bandiera Blu!

The territory

Sono quattro le località, in provincia di Fermo, che hanno ottenuto la Bandiera Blu prestigioso riconoscimento della Fee Italia (Foundation for environmental education) che viene attribuito ai litorali italiani.
Nella fase di valutazione portata avanti dalla giuria nazionale, hanno dato il loro contributo istituzioni quali il Ministero dei Beni culturali e del Turismo, il Ministero delle Politiche agricole, regioni, il Comando generale delle Capitanerie, l’Ispra, Il Consiglio nazionale dei chimici e l’Anci, nonché organismi privati quali i Sindacati balneari e la Fin.

A essere state premiate sono le spiagge di Porto Sant'Elpidio (lungomare), Fermo (Lido di Fermo Casabianca, Marina Palmense), Porto San Giorgio (litorale) e Pedaso (lungomare dei cantautori).
La Bandiera Blu, oltre ad essere un ambito riconoscimento, è uno stimolo per tutti a migliorare ancora.

 

IN BLU TURISMO SOSTENIBILE IN ADRIATICO

The territory
Il porto turistico di Porto San Giorgio sempre più al centro dello sviluppo turistico regionale. Tramite il Pescaturismo e le escursioni in mare, da oggi potrai scoprire le meraviglie Naturalistiche dell’ Adriatico, in modo originale ed ecosostenibile per conoscere il mare e guardarlo da varie angolazioni. Con In Blu Turismo Sostenibile in Adriatico, puoi trasformare una semplice vacanza in un viaggio di intense emozioni, dove la pesca si trasforma in un momento di apprendimento e di piacere nel trascorrere una giornata al mare. Uscendo in barca con i pescatori locali, potrai vederli ritirare le reti, ammirare la costa dal mare, vedere i delfini e vivere i nostri tramonti.  Potrai scegliere di partecipare ad una particolare degustazione, vivere esperienze indimenticabili legate al Nostro Territorio e alla stagionalità della Natura. Organizzatore Cea "Ambiente Mare"

Il nostro narratore al BIT di Milano!

The territory

Su invito del sindaco di Fermo, Adolfo ha portato le sue conoscenze sulla terra di Marca alla famosa esposizione milanese del turismo. 
Utilizzando gli aneddoti e l' esperienza in suo possesso, ha fatto conoscere il territorio della Marca attraverso un pittoresco scenario romanzato, dove un "giovin signore" del '700, durante il suo Grand Tour, visitava le colline fermane e assaporava tutta la loro storia, i segreti e le tradizioni.

Venite a trovarci e scoprirete la bellezza della nostra terra!

Fiera delle Qualità ed il successo della Dieta Mediterranea

The territory
Anche quest? anno si è svolta con successo la quarta edizione della ?Fiera delle Qualità?.
Nella splendida location di Palazzo Sant? Agostino a Montegiorgio, fra esposizioni e convegni è stato approfondito il tema della Dieta Mediterranea come colonna portante del vivere bene nella Terra di Marca. Non si tratta soltanto di una semplice fiera dei prodotti agroalimentari del territorio, ma di un micro cosmo dove la filosofia della ?Dieta Mediterranea? prende forma: odorando, assaporando e vivendo lo stile salutare che da secoli caratterizzano le popolazioni della zona.
L? iniziativa, promossa dal Laboratorio Piceno della dieta mediterranea e dal Comune di Montegiorgio, è stata articolati fra momenti di incontro con gli espositori aderenti e convegni di confronto attraverso gli interessantissimi convegni.
La Dieta Mediterranea non è un semplice alimento, ma molto di più. Essa promuove l? interazione sociale e ha dato luogo a un notevole corpus di conoscenze, canzoni, massime, racconti e leggende. La Dieta si fonda nel rispetto per il territorio e la biodiversità, e garantisce la conservazione e lo sviluppo delle attività tradizionali e dei mestieri collegati alla pesca e all'agricoltura nelle comunità del Mediterraneo.
Uno dei principali ingredienti della Dieta Mediterranea è l? olio extravergine di oliva, di cui la nostra terra ne rappresenta un? eccellenza a livello nazionale. La raccolta delle olive nel fermano rappresenta una vera e propria tradizione senza tempo, il cui culto si ripresenta ogni anno con immutato fermento. La cura nella lavorazione e le tecniche artigianali affinate nel corso degli anni fanno del nostro olio un punto di forza nel panorama nazionale.
Nella tua prossima vacanza nelle Marche potrai degustare questi prodotti tipici.

Il Saltarello: tradizione e folklore

The territory
Le Marche sono un territorio pieno di storie e tradizioni. I gruppi folkloristici ne sono sicuramente una parte molto importante e il Saltarello è uno dei migliori esempi.
Il Saltarello è un ballo tradizionale di corteggiamento diffusosi nel Centro Italia, in particolare nelle Marche. Non esiste un' unica versione del saltarello, perchè ogni zona ha creato una propria variante ed una propria coreografia. E' un ballo che si fa in coppia, con rare forme di danza a quattro o in cerchio. 
II saltarello deriva dalla parola latina saltatio, una danza sacra romana, che i sacerdoti Salii eseguivano durante determinate feste e occasioni importanti per la comunità. Le origini antichissime della saltatio sono provate dal fatto che i sacerdoti Salii, durante le loro esibizioni, indossassero dei costumi che rievocavano l?abbigliamento degli antichi guerrieri centro-italici dell?VIII a.C
I ritrovamenti archeologici nelle Marche testimoniano che i Piceni avessero un rituale di danza armata, con ogni probabilità precedente o quantomeno coeva, a quella in uso tra i Romani. Dal XVII secolo il saltarello si afferma come la principale danza tradizionale del centro Italia. Le sue varianti locali sono ancora oggi praticate e conosciute. Per quanto concerne gli strumenti, il saltarello si balla accompagnato da organetto e tamburello. 
 Il saltarello contiene ancora l?anima di chi vive nel Piceno: i suoi passi e le sue musiche non sono un semplice ballo, ma un modo di intendere la vita, di esorcizzare il male e di celebrare la pienezza che solo l?amore per la Natura può testimoniare. Ballare il saltarello è un modo per capire da dove veniamo, chi continuiamo ad essere, dove possiamo andare.
La bellezza del nostro territorio, da scoprire e visitare!
 

Andare in vacanza con gli animali...ora si può!

The territory
Oggi gli animali, ed i cani in generale, stanno diventando sempre di più veri e propri membri delle famiglie. Andare in vacanza al mare con il cane o il gatto è la soluzione ideale per condividere tranquillità e divertimento con gli amici a quattro zampe, ed è diventata la priorità di numerose famiglie che non vogliono privarsi della loro compagnia oppure non hanno nessuno a cui lasciarli.
I problemi riscontrati possono essere soprattutto logistici, nel trovare luoghi e strutture in cui gli animali siano accettati e accolti.
Fortunatamente negli ultimi anni la situazione sta cambiando e sempre più strutture e località si stanno aprendo ad accogliere questi fantastici animali a 4 zampe. 
La nostra zona, da sempre all' avanguardia per il turismo, non è da meno. Insieme alle varie esposizioni canine che ogni anno vengono organizzate dai nostri paesi (Fermo, Porto Sant' Elpidio e Sant' Elpidio a Mare), le amministrazioni comunali creano sempre più aree libere all' accesso dei cani  e le strutture si stanno organizzando e specializzando sempre di più per l'accoglienza. Inoltre l? ARCI Caccia CSAA Sez.Cinofilia Regione  Marche organizzerà nella nostra regione nel 2018 almeno quattro appuntamenti del campionato nazionale dell?esposizione canina nazionale.

La nostra struttura che da anni ospita gli animali, è stata una delle prime nel settore a creare spazi appositi dove gli animali possono essere liberi di divertirsi e le famiglie possono al contempo godersi la vacanza nel migliore dei modi senza creare alcun fastidio ad altri che non hanno questa passione in quanto i giardini privati e gli accessi ai bungalow sono tutti recintati e protetti.
Non c'è niente di meglio che godersi una vacanza in riva al mare nelle Marche con il proprio amico a quattro zampe…..

The territory
In località La Cuma di Monte Rinaldo, nella media Valle del fiume Aso, si trova uno dei siti archeologici più suggestivi di tutte le Marche. Qui sono stati individuati nel 1957 i resti architettonici di un?importante santuario ellenistico di età tardo-repubblicana, ancora oggi oggetto di indagini archeologiche da parte degli studiosi.
Della struttura è stato riportato in luce un portico originariamente di 66 m di lunghezza e diviso in due navate da una doppia fila di colonne in tufo di diversa altezza (quattro ioniche con capitelli in ordine ionico italico e sette doriche esterne), le fondamenta di un muro a grossi blocchi di tufo a delimitazione dell?area sacra, un pozzo, canalette e un impianto idrico. Nella parte ovest del portico si trova un ambiente rettangolare di incerta destinazione con tre colonne ioniche tra due paraste mentre nella parte antistante si vedono le fondamenta del tempio che doveva essere rialzato su un podio. Insieme ai resti della struttura sono stati rinvenute anche diverse lastre fittili di rivestimento e figure di terracotta in altorilievo che dovevano appartenere alla decorazione frontale del tempio. Resta incerto quale sia il contesto storico e archeologico nel quale poter inserire il complesso come la divinità a cui fosse dedicato anche se la presenza di diversi elementi come il pozzo, le canalette etc. farebbero supporre una relazione con i rituali della Sanatio legati all?acqua.

Quest'anno, per la ricorrenza dei 60 anni dai primi ritrovamenti, sono riprese, dopo decenni di arresto, le attività di scavo che hanno permesso di portare alla luce e catalogare nuovi reperti e testimonianze storiche. Tra i nuovi ritrovamenti si segnala la presenza di decorazioni architettoniche di terracotta con numerose tracce di colore ancora vivaci e ben conservati.

Come sempre il nostro territorio è ricco di molte sue sfaccettature, ed è l' ideale per godersi una vacanza al mare immersi nella storia!

Petritoli: "Someone says ... YES"

The territory
The small village of Petritoli of about 2500 inhabitants in the province of Fermo has been on the verge for a couple of years for a particular aptitude: it is the destination chosen every year by dozens of foreign couples to celebrate their wedding.
Everything was born almost by chance thanks to some tour operators in northern Europe, resident in Petritoli, who after the wedding of a young German girl advertised the event and the place even beyond national borders. Success was unbelievable and requests came right away, taking advantage of the impetus of the municipal administration that created ad hoc regulations to make the most evocative spaces in the village available.
For five years, to say the fateful, they come to this village from all over the world: Europe, Russia, Australia, United States, New Zealand, China. They are the "immigrants of the wedding". So far a hundred couples, with a minimum of fifty invited each.
In addition to the Petritoli, a large group of foreigners has bought rural ruins in recent years which have been restructured for short or long stays, and the foreign community has become the protagonist of a celebration that is annually carried out in which the typical features of their own countries in an interesting exchange that is the protagonist of all the Petritolian community made by Italians and foreigners. Also interesting is the stable initiative during the year of aperitifs where free groups meet to practice English and Italian in an informal meeting that favors the country's community cohesion.
This unexpected phenomenon has revitalized the life and economy of Petritoli, giving momentum to the emergence of new business. A beautiful example of how ideas and initiatives from the bottom, when they are also supported by municipal administrations, can lead to great results.

A holiday in the Marche at our Residence Casabianca can make you discover the beauty of this territory , its itineraries and the hidden events of a living community.

Discover Italy's Le Marche Region

The territory
We propose this Sunday Express article that speaks of our region: the Marche are the perfect place for a break from routine in relaxation and tranquility!
Read the article

Torre di Palme

The territory
We offer you a wonderful place to visit on a weekend: Palme Tower (FM), medieval outpost in the splendor of the Marche that dominates the coast and is part of the so-called fermani castles.
Famous for the aesthetic accuracy and aesthetics with which the historic buildings have been preserved, the village is one of those places where every glimpse is unique, in the narrow lanes and the wide views of the sea. A panoramic terrace on the Adriatic you will never forget!

Photo IG @mecma

The Kentish Plover

The territory
It is a volatile minute size by taxonomic name Kentish Plover: the mallards are a species of bird in danger of extinction.
He lives on the beach and in the dunes lays its eggs.
Today there are few beaches where the Kentish plover has a chance to survive.
Among these Lido di Fermo still retains all the appropriate features.
And 'the adjacent beach to the beach resort close to our Residence.
For several years, volunteers and scholars have fenced area and observe discreetly as proceeds nesting that takes place between March and June.
For nature lovers there is a good reason to combine a relaxing stay by the sea with a completely naturalistic tourism: a welcome worthy of the Marche spirit, a station for observing the Fratini, a walk listening to the lapping of the waves and a cold beer before returning to the accommodation.

The little village of Campofilone

The territory
In this photo we present Campofilone , the delightful village of Fermo enclosed by historic walls. Walking through its streets, as in many villages in our area, you will find medieval buildings and feel the scent of the ancient culinary tradition of this country: Maccheroncini di Campofilone , typical pasta egg.

The Roman Cistern Of Fermo

The territory
We present the Roman cisterns of Fermo, the oldest in Europe and still intact. A wonderful labyrinth of 30 rooms communicating with each other.
A holiday in the Marche, where there is much to discover!

The Beauty of Torre Di Palme

The territory
Dive right into the timeless beauty of Torre di Palme, wonderful village of the Fermano territory located on top of a hill with beautiful views of the Adriatic Sea.

Photo of Andrea Copparini (Instagram)