Confermata la qualità delle acque Fermane. E' Bandiera Blu!

Il territorio

Sono quattro le località, in provincia di Fermo, che hanno ottenuto la Bandiera Blu prestigioso riconoscimento della Fee Italia (Foundation for environmental education) che viene attribuito ai litorali italiani.
Nella fase di valutazione portata avanti dalla giuria nazionale, hanno dato il loro contributo istituzioni quali il Ministero dei Beni culturali e del Turismo, il Ministero delle Politiche agricole, regioni, il Comando generale delle Capitanerie, l’Ispra, Il Consiglio nazionale dei chimici e l’Anci, nonché organismi privati quali i Sindacati balneari e la Fin.

A essere state premiate sono le spiagge di Porto Sant'Elpidio (lungomare), Fermo (Lido di Fermo Casabianca, Marina Palmense), Porto San Giorgio (litorale) e Pedaso (lungomare dei cantautori).
La Bandiera Blu, oltre ad essere un ambito riconoscimento, è uno stimolo per tutti a migliorare ancora.

 

IN BLU TURISMO SOSTENIBILE IN ADRIATICO

Il territorio
Il porto turistico di Porto San Giorgio sempre più al centro dello sviluppo turistico regionale. Tramite il Pescaturismo e le escursioni in mare, da oggi potrai scoprire le meraviglie Naturalistiche dell’ Adriatico, in modo originale ed ecosostenibile per conoscere il mare e guardarlo da varie angolazioni. Con In Blu Turismo Sostenibile in Adriatico, puoi trasformare una semplice vacanza in un viaggio di intense emozioni, dove la pesca si trasforma in un momento di apprendimento e di piacere nel trascorrere una giornata al mare. Uscendo in barca con i pescatori locali, potrai vederli ritirare le reti, ammirare la costa dal mare, vedere i delfini e vivere i nostri tramonti.  Potrai scegliere di partecipare ad una particolare degustazione, vivere esperienze indimenticabili legate al Nostro Territorio e alla stagionalità della Natura. Organizzatore Cea "Ambiente Mare"

Il nostro narratore al BIT di Milano!

Il territorio

Su invito del sindaco di Fermo, Adolfo ha portato le sue conoscenze sulla terra di Marca alla famosa esposizione milanese del turismo. 
Utilizzando gli aneddoti e l' esperienza in suo possesso, ha fatto conoscere il territorio della Marca attraverso un pittoresco scenario romanzato, dove un "giovin signore" del '700, durante il suo Grand Tour, visitava le colline fermane e assaporava tutta la loro storia, i segreti e le tradizioni.

Venite a trovarci e scoprirete la bellezza della nostra terra!

Fiera delle Qualità ed il successo della Dieta Mediterranea

Il territorio
Anche quest? anno si è svolta con successo la quarta edizione della ?Fiera delle Qualità?.
Nella splendida location di Palazzo Sant? Agostino a Montegiorgio, fra esposizioni e convegni è stato approfondito il tema della Dieta Mediterranea come colonna portante del vivere bene nella Terra di Marca. Non si tratta soltanto di una semplice fiera dei prodotti agroalimentari del territorio, ma di un micro cosmo dove la filosofia della ?Dieta Mediterranea? prende forma: odorando, assaporando e vivendo lo stile salutare che da secoli caratterizzano le popolazioni della zona.
L? iniziativa, promossa dal Laboratorio Piceno della dieta mediterranea e dal Comune di Montegiorgio, è stata articolati fra momenti di incontro con gli espositori aderenti e convegni di confronto attraverso gli interessantissimi convegni.
La Dieta Mediterranea non è un semplice alimento, ma molto di più. Essa promuove l? interazione sociale e ha dato luogo a un notevole corpus di conoscenze, canzoni, massime, racconti e leggende. La Dieta si fonda nel rispetto per il territorio e la biodiversità, e garantisce la conservazione e lo sviluppo delle attività tradizionali e dei mestieri collegati alla pesca e all'agricoltura nelle comunità del Mediterraneo.
Uno dei principali ingredienti della Dieta Mediterranea è l? olio extravergine di oliva, di cui la nostra terra ne rappresenta un? eccellenza a livello nazionale. La raccolta delle olive nel fermano rappresenta una vera e propria tradizione senza tempo, il cui culto si ripresenta ogni anno con immutato fermento. La cura nella lavorazione e le tecniche artigianali affinate nel corso degli anni fanno del nostro olio un punto di forza nel panorama nazionale.
Nella tua prossima vacanza nelle Marche potrai degustare questi prodotti tipici.

Il Saltarello: tradizione e folklore

Il territorio
Le Marche sono un territorio pieno di storie e tradizioni. I gruppi folkloristici ne sono sicuramente una parte molto importante e il Saltarello è uno dei migliori esempi.
Il Saltarello è un ballo tradizionale di corteggiamento diffusosi nel Centro Italia, in particolare nelle Marche. Non esiste un' unica versione del saltarello, perchè ogni zona ha creato una propria variante ed una propria coreografia. E' un ballo che si fa in coppia, con rare forme di danza a quattro o in cerchio. 
II saltarello deriva dalla parola latina saltatio, una danza sacra romana, che i sacerdoti Salii eseguivano durante determinate feste e occasioni importanti per la comunità. Le origini antichissime della saltatio sono provate dal fatto che i sacerdoti Salii, durante le loro esibizioni, indossassero dei costumi che rievocavano l?abbigliamento degli antichi guerrieri centro-italici dell?VIII a.C
I ritrovamenti archeologici nelle Marche testimoniano che i Piceni avessero un rituale di danza armata, con ogni probabilità precedente o quantomeno coeva, a quella in uso tra i Romani. Dal XVII secolo il saltarello si afferma come la principale danza tradizionale del centro Italia. Le sue varianti locali sono ancora oggi praticate e conosciute. Per quanto concerne gli strumenti, il saltarello si balla accompagnato da organetto e tamburello. 
 Il saltarello contiene ancora l?anima di chi vive nel Piceno: i suoi passi e le sue musiche non sono un semplice ballo, ma un modo di intendere la vita, di esorcizzare il male e di celebrare la pienezza che solo l?amore per la Natura può testimoniare. Ballare il saltarello è un modo per capire da dove veniamo, chi continuiamo ad essere, dove possiamo andare.
La bellezza del nostro territorio, da scoprire e visitare!
 

Andare in vacanza con gli animali...ora si può!

Il territorio
Oggi gli animali, ed i cani in generale, stanno diventando sempre di più veri e propri membri delle famiglie. Andare in vacanza al mare con il cane o il gatto è la soluzione ideale per condividere tranquillità e divertimento con gli amici a quattro zampe, ed è diventata la priorità di numerose famiglie che non vogliono privarsi della loro compagnia oppure non hanno nessuno a cui lasciarli.
I problemi riscontrati possono essere soprattutto logistici, nel trovare luoghi e strutture in cui gli animali siano accettati e accolti.
Fortunatamente negli ultimi anni la situazione sta cambiando e sempre più strutture e località si stanno aprendo ad accogliere questi fantastici animali a 4 zampe. 
La nostra zona, da sempre all' avanguardia per il turismo, non è da meno. Insieme alle varie esposizioni canine che ogni anno vengono organizzate dai nostri paesi (Fermo, Porto Sant' Elpidio e Sant' Elpidio a Mare), le amministrazioni comunali creano sempre più aree libere all' accesso dei cani  e le strutture si stanno organizzando e specializzando sempre di più per l'accoglienza. Inoltre l? ARCI Caccia CSAA Sez.Cinofilia Regione  Marche organizzerà nella nostra regione nel 2018 almeno quattro appuntamenti del campionato nazionale dell?esposizione canina nazionale.

La nostra struttura che da anni ospita gli animali, è stata una delle prime nel settore a creare spazi appositi dove gli animali possono essere liberi di divertirsi e le famiglie possono al contempo godersi la vacanza nel migliore dei modi senza creare alcun fastidio ad altri che non hanno questa passione in quanto i giardini privati e gli accessi ai bungalow sono tutti recintati e protetti.
Non c'è niente di meglio che godersi una vacanza in riva al mare nelle Marche con il proprio amico a quattro zampe…..

Monte Rinaldo..arte e storia!

Il territorio
In località La Cuma di Monte Rinaldo, nella media Valle del fiume Aso, si trova uno dei siti archeologici più suggestivi di tutte le Marche. Qui sono stati individuati nel 1957 i resti architettonici di un?importante santuario ellenistico di età tardo-repubblicana, ancora oggi oggetto di indagini archeologiche da parte degli studiosi.
Della struttura è stato riportato in luce un portico originariamente di 66 m di lunghezza e diviso in due navate da una doppia fila di colonne in tufo di diversa altezza (quattro ioniche con capitelli in ordine ionico italico e sette doriche esterne), le fondamenta di un muro a grossi blocchi di tufo a delimitazione dell?area sacra, un pozzo, canalette e un impianto idrico. Nella parte ovest del portico si trova un ambiente rettangolare di incerta destinazione con tre colonne ioniche tra due paraste mentre nella parte antistante si vedono le fondamenta del tempio che doveva essere rialzato su un podio. Insieme ai resti della struttura sono stati rinvenute anche diverse lastre fittili di rivestimento e figure di terracotta in altorilievo che dovevano appartenere alla decorazione frontale del tempio. Resta incerto quale sia il contesto storico e archeologico nel quale poter inserire il complesso come la divinità a cui fosse dedicato anche se la presenza di diversi elementi come il pozzo, le canalette etc. farebbero supporre una relazione con i rituali della Sanatio legati all?acqua.

Quest'anno, per la ricorrenza dei 60 anni dai primi ritrovamenti, sono riprese, dopo decenni di arresto, le attività di scavo che hanno permesso di portare alla luce e catalogare nuovi reperti e testimonianze storiche. Tra i nuovi ritrovamenti si segnala la presenza di decorazioni architettoniche di terracotta con numerose tracce di colore ancora vivaci e ben conservati.

Come sempre il nostro territorio è ricco di molte sue sfaccettature, ed è l' ideale per godersi una vacanza al mare immersi nella storia!

Petritoli: "C'è chi dice...SI"

Il territorio
Il piccolo borgo di Petritoli di circa 2500 abitanti in provincia di Fermo, da qualche anno è salito alla ribalta per un? attitudine particolare: è la meta scelta ogni anno da decine di coppie straniere per celebrare il loro matrimonio.
Tutto nacque quasi per caso grazie ad alcuni operatori turistici del nord Europa, residenti a Petritoli, che dopo il matrimonio di una coppia di giovani tedeschi hanno pubblicizzato l?evento e il luogo anche oltre i confini nazionali. Il successo fu incredibile e le richieste arrivarono subito, sfruttando anche l? impulso dell? amministrazione comunale che creò regolamenti ad hoc per mettere a disposizione gli spazi più suggestivi del borgo.
Da cinque anni, per pronunciare il fatidico sì, arrivano in questo paesino da ogni parte del mondo: Europa, Russia, Australia, Stati Uniti, Nuova Zelanda, Cina. Sono gli ?immigrati delle nozze?. Finora un centinaio di coppie, con al seguito un minimo di cinquanta invitati ciascuna.
Nei dintorni di Petritoli inoltre un nutrito gruppo di stranieri ha acquistato in questi ultimi anni ruderi di campagna che sono stati poi ristrutturati per soggiorni brevi o lunghi e la comunità straniera si è resa protagonista di una festa che annualmente viene svolta  in cui si valorizzano le tipicità dei propri paesi in un interessante scambio che vede protagonista tutta la comunità petritolese fatta da italiani e stranieri. Molto interessante inoltre l?iniziativa stabile durante l?anno degli aperitivi in cui gruppi liberi si incontrano per esercitare la lingua inglese e italiana in un incontro informale che favorisce la coesione comunitaria del paese.
Questo inaspettato fenomeno ha rivitalizzato la vita e l? economia di Petritoli, dando slancio alla nascita di nuove attività commerciali. Un bellissimo esempio di come le idee e le iniziative dal basso, quando sono anche supportate dalle amministrazioni comunali, possono portare a grandi risultati.
 
Una vacanza nelle Marche presso il nostro  Residence Casabianca può farti scoprire la bellezza di questo  territorio , i suoi itinerari  e gli accadimenti nascosti di una comunità viva.
 

Discover Italy's Le Marche Region

Il territorio
Vi proponiamo questo articolo del Sunday Express che parla della nostra regione: le Marche sono luogo perfetto per una pausa dalla routine in relax e tranquillità!
Leggi l'articolo 

Torre di Palme

Il territorio
Vi proponiamo un luogo meraviglioso da visitare in un weekend: Torre di Palme (FM), avamposto medievale nello splendore delle Marche che domina la costa e fa parte dei cosiddetti castelli fermani.
Famoso per l?accuratezza e l?uniformità estetica con cui gli edifici storici sono stati mantenuti, il borgo è uno di quei posti dove ogni scorcio è unico, tra gli stretti vicoli e le ampie vedute sul mare. Una terrazza panoramica sull?Adriatico che non ti potrai mai dimenticare!

Foto IG @mecma

Il Fratino

Il territorio
Si tratta di un volatile di minute dimensioni dal nome tassonomico Charadrius alexandrinus: il Fratino è una specie di uccello in via d?estinzione.
Vive sulla spiaggia e fra le dune depone le sue uova.
Oggi sono poche le spiagge dove il Fratino ha l?opportunità di sopravvivere.
Fra queste Lido di Fermo conserva ancora le caratteristiche idonee.
E' la spiaggia attigua allo stabilimento balneare vicino al nostro Residence.
Da alcuni anni, volontari e studiosi hanno recintato un?area e osservano con discrezione come procede la nidificazione che avviene tra marzo e giugno.
Per gli amanti della natura è un ottimo motivo per coniugare un rilassante soggiorno in riva al mare con un turismo tutto naturalistico: un?accoglienza degna dello spirito marchigiano, una postazione per osservare i Fratini, una passeggiata ascoltando lo sciabordio delle onde e una birra fresca prima di tornare in alloggio. 

I borghi del Fermano: Campofilone

Il territorio
In questa foto vi presentiamo Campofilone, delizioso borgo del fermano racchiuso da storiche mura. Passeggiando per le sue vie, come in molti borghi della nostra zona, troverete intatte costruzioni medievali e sentirete il profumo dell?antichissima tradizione culinaria di questo paese: i Maccheroncini di Campofilone, tipica pasta all'uovo.

Le Cisterne Romane Di Fermo

Il territorio
Vi presentiamo le cisterne romane di Fermo, le più antiche d'Europa e ancora intatte. Un meraviglioso labirinto di 30 stanze comunicanti tra loro.
Una vacanza nelle Marche, dove c'è tanto da scoprire!


 

La Bellezza di Torre Di Palme

Il territorio
Immergiamoci nella bellezza senza tempo di Torre di Palme, splendido borgo del fermano situato sulla cima di un colle con una bella vista sul mare Adriatico.

Foto di Andrea Copparini (da Instagram)