Cammino Francescano della Marca

Una camminata spirituale, sei giorni per raggiungere a piedi Ascoli partendo da Assisi. E' il Cammino Francescano della Marca che si svolgerà dal 24 aprile al 1 maggio attraversando due regioni e sedici comuni, di cui tredici marchigiani. 
Un pellegrinaggio spirituale e culturale diviso in otto tappe che transita per sterrati e sentieri, toccando luoghi di grande pregio artistico e naturalistico, ripercorrendo la stessa via che San Francesco seguì nel 1215 nelle sue predicazioni verso le Marche meridionali.
Il Cammino Francescano della Marca offre una varietà unica e straordinaria di bellezze naturalistiche, di tesori architettonici e spirituali. 
Il Cammino tocca quattro parchi: quello del Monte Subasio, quello dell' Altolina, quello di Colfiorito e il Parco Nazionali dei Sibillini.

Bandiera verde nel Fermano

Arriva un' altro importante riconoscimento per le spiagge del Fermano.
La nostra zona infatti, in particolare Porto San Giorgio, è una delle 200 località in Italia insignita con la bandiera verde per l' eccellenza del turismo familiare.
Spiaggia sabbiosa, bassi fondali che consentono ai bambini di giocare in assoluta sicurezza, attrezzature dedicate ai più piccoli, spazi adeguati ed ampi tra gli ombrelloni, opportunità di svago e divertimento per i genitori, assistenti di spiaggia e la presenza nelle vicinanze di bar, ristoranti e locali capaci di rispondere alle varie esigenze dei bambini. Sono queste le caratteristiche che hanno portato le nostre spiagge e la nostra città a questo importante riconoscimento. 
Un ulteriore testimonianza che da noi avete il posto ideale per trascorrere una rilassante vacanza in riva al mare per voi e per i vostri piccoli!

Il grande basket a Porto San Giorgio

Il Fermano si contraddistingue anche per le eccellenze sportive e per le sue capacità organizzative.
Da venerdì 1 a sabato 3 infatti Porto San Giorgio sarà il centro della pallacanestro nazionale ed ospiterà le finali di Coppa Italia di A2. 
L' evento, organizzato dalla squadra di casa, la Poderosa Montegranaro, vedrà sfidarsi sul parquet del Palasavelli le migliori 8 squadre della seconda categoria nazionale. 
Un fine settimana all' insegna del grande sport, dello spettacolo, di moltissimi eventi collaterali che sapranno mettere in mostra l' efficenza e l' accoglienza di un territorio tutto da scoprire. 
Non solo turismo e cultura dunque, ma anche il grande sport, da sempre nel dna della splendida cittadina sangiorgese. 

Jury Chechi innamorato delle Marche

Il pluricampione del mondo di ginnastica Jury Chechi si è innamorato delle Marche e le ha scelte come luogo ideale per la sua vita imprenditoriale, sapete perché?
A detta del grande campione le Marche offrono uno dei territori più belli di tutto il mondo. Il mare e le colline sono molto vicini tra loro, da queste spesso si apre uno scorcio sul mare che crea stupendi panorami che corrono a perdita d'occhio verso i sibillini da un lato e verso l'orizzonte del mare dall'altro.
La cordialità e la disponibilità dei marchigiani arricchiscono il territorio creando un rilassante e piacevole stile di vita adattissimo per chi vuole lasciarsi alle spalle lo stress del tran tran quotidiano,
Dulcis in fundo il fritto marchigiano che delizia la varia enogastronomia del territorio: olive fritte all'ascolana e cremini fritti sono i piatti che il campione trova deliziosi per non parlare dell'ottimo pesce fresco dalle tante varietà che offre il nostro mare.
Aspettiamo anche voi con piacere nella terra delle Marche! 

Le cisterne romane

Oggi vi portiamo alla scoperta di uno dei luoghi più incantevoli di Fermo e della nostra regione: le cisterne romane.
Le cisterne, di età augustea, hanno circa 2 mila anni e sono ancora perfettamente conservate. Sono un' opera mastodontica (sono le più grandi in Europa, più di 2000 metri quadrati di estensione), si trovano sotto il centro storico di Fermo e sono la perfetta espressione dell' ingegneria romana.
Sono costituite da 30 stanze sotterranee disposte su 3 file comunicanti fra di loro. il terreno pendente faceva defluire l' acqua mentre le volte a botte avevano sistemi di areazione che mantenevano l' acqua potabile, permettendo al contempo un perfetto mantenimento. 

Gli itinerari romantici della Marca Fermana

Attraverso il libro "Le grandi storie d' amore della terra di Marca" di Adolfo leoni, possiamo prendere spunto per un itinerario romantico attraverso la provincia.
Attraverso le storie, l’autore, ci accompagna in un percorso che non dimenticherete facilmente e che oggi vi presentiamo. Le storie fanno parte di racconti popolari e di affascinanti storie che meritano di essere raccontate.
Il viaggio inizia con la storia d’amore tra Imelda e Lotario e l’Abbazia di Santa Croce al Chienti storie di altri tempi, di cavalieri, monaci e guerrieri. La seconda tappa è il luogo degli amanti a Belmonte Piceno, poi la storia di Cerreto (frazione del paesino Montegiorgio) che ci riporta indietro nel tempo con la storia di un cavaliere templare fuggito dalla persecuzioni. Luoghi d’amore sono anche i Sibillini con la sua Sibilla, donna sconosciuta, Dea e sicuramente donna amata. C’è la stupenda Torre Matteucci a Fermo luogo che non viene sovente citato nelle guide ma imprescindibile. C’è anche la storia più conosciuta quella che ci porta nella Grotta degli Amanti di Torre di Palme dove due innamorati si ritrovano e si suicidano piuttosto che vivere una vita lontani.
Insomma, una terra da conoscere e da scoprire unendoci una stupenda vacanza in riva al mare!

Nuovo riconoscimento per la Regione Marche

Dopo quello del times, arriva un altro importante riconoscimento letterario per la Regione Marche. 
Il primo magazine norvegese sul turismo, il Reiselyst, ha infatti dedicato due pagine speciali sulle Marche. 
Il tutto grazie all' iniziativa della cooperativa Tu.Ris.Marche che ha ospitato i vertici della celebre rivista attraverso un tour mozzafiato alla scoperta dell Marche e dei suoi segreti. 
Gli autori sono rimasti estasiati dalla regione, tanto da definirla "Italia i miniatyr", l’Italia in miniatura, esaltandone l' autenticità dei territori e la possibilità di raggiungere in poco tempo, il mare dalla montagna, attraversando vallate ricche di eccellenze enogastronomiche.
In pole position fra i luoghi da visitare nelle marche ci sono la Valdaso e i Sibillini, con le loro valli ricche di frutetti. 
Al primo posto per il vino vediamo menzionate le eccellenze della cantina Castrum Morisci di Moresco, che ricordiamo si distingue per la vinificazione in anfora e produzione di tradizionale vino cotto. All’interno della cantina possono essere organizzate piacevoli “esperienze sensoriali”. Al secondo posto abbiamo l'imperdibile esperienza della “Caccia al Tartufo” organizzata dalla Cooperativa Tu.Ris.Marche in collaborazione con la struttura ricettiva “Agriturismo Ramusè”. La terza posizione viene data al Borgo di Torre di Palme, ricordato per la sua bellezza e romanticismo.
La redattrice inoltre sottolinea il Borgo di Petritoli, oramai location di notorietà internazionale, per la significativa esperienza nell’ospitalità turistica e la sua caratteristica di ideale Destination Wedding per coppie provenienti da tutto il mondo.

Il Times premia le Marche

Anche il Times si accorge della nostra bellissima regione. 
Il celebre giornale britannico  ha infatti dedicato una pagina intera sulle Marche e sulle sue bellezze, concentrandosi in particolare sulla nostra zona, quella settentrionale, definita come "la regione più segreta d' Italia". 
Vari sono gli approfondimenti dedicati alla provincia fermane e maceratese, con riferimento particolare a Recanati ed i suoi luoghi Leopardiani, Loreto con la bellissima Cattedrale e la Casa delle Santa Madre, le spiagge con la loro acqua limpida e pulita. Non poteva mancare, ovviamente, un trafiletto speciale sulle eccellenze culinarie della zona, definite "fra le prelibatezze dell' Italia Centrale".
Se anche il Times ci mette in risalto beh, non dovete far altro che salire in macchina e venire a visitarci con i vostri occhi! 

Le bellezze delle Marche a New York

Le bellezze delle Marche in mostra a New York, presente anche Neri Marcorè .

Apre sabato 15 dicembre a New York la mostra fotografica “Luoghi e Paesaggi delle Marche”, promossa dall’associazione MIA – Marchigiani in America. Venti foto, selezionate tramite un concorso, racconteranno la bellezza delle Marche dalle pareti dello showroom di Scavolini a Soho. L’attore, imitatore e conduttore marchigiano Neri Marcorè premierà l’autore della foto più bella, arrivato da Castelfidardo (Ancona) per l’occasione.

La storia e la cultura della regione Marche sono incorniciate da incantevoli catene montuose, colline variopinte, vallate e spiagge. Far conoscere questa bellezza negli USA è proprio l’obiettivo della mostra fotografica “Luoghi e Paesaggi delle Marche”, organizzata dall’associazione MIA.

Le Marche, una regione da vivere

Avete ancora dubbi sul fatto che nelle Marche si vive bene? Ok, ve li togliamo noi!
La celebre rivista americana Forbes, ha inserito le Marche fra le 24 regioni al mondo in cui si vive meglio e dove bisognerebbe andare a godersi la meritata pensione?
I motivi? Ne sono tanti!
Innanzitutto la qualità della vita. La tranquillità della nostra zona e delle nostre colline ben si addicono a chi vuole fuggire dal caos delle grandi città. Le Marche sono la regione con il maggior tassi di longevità e il minor tasso di inquinamento. 
Le eccellenze culinarie della regione sono moltissime. I nostri prodotti vanno direttamente dal produttore al consumatore e sono di altissimi qualità. Genuini e naturali.
La conformazione morfologica del territorio e il suo immenso patrimonio artistico rendono le Marche una regione adatta a tutti i tipo di turismo. In pochi chilometri potete passare dalle bellissime spiagge ai verdi parchi naturali dei Sibillini! Potrete coniugare una rilassante vacanza al mare ad un' avventursa escursione in montagna.
Vi ho fugato tutti i dubbi? Allora venite a visitare le Marche!



Il Fermano: un territorio...itinerante!

Pensavate che le bellezze del nostro territorio rimanessero confinate qui? Ebbene vi sbagliavate! 
L' immagine di Torre di Palme, "Il borgo più bello d' Italia", scorazzerà sui tram di Milano per le vie del capoluogo meneghino. 
L'iniziativa, promossa dalla Regione Marche, è volta ad enfatizzare le bellezze del territorio nell' anno dedicato a Lorenzo Lotto. 
Il borgo di Torre di Palme, da quest' anno indicato come il borgo più bello d' Italia, è da sempre usato dalla Regione Marche come veicolo di promozione.

La vendemmia nelle Marche

Il Fermano è da sempre terra di tradizione ed eccellenze enogastronomiche. In particolare la raccolta dell' uva da sempre accomuna quantità e qualità. I vigneti, grazie soprattutto alle condizioni climatiche ideali, allo sforzo e alla perizia dei nostri agricoltori, producono alcuni fra i migliori vini del paese. L' accuratezza della vendemmia, in molte parti ancora con il metodo tradizionale, permette di lasciare intatto il sapore e portare a tavola in pregiato prodotto.
Il 2018 in particolare sarà un' annata di ottima qualità. I vini bianchi, grazie al clima altalenante, saranno equilibrati e ricchi di aromi. I rossi saranno dai colori accesi, profumati e pieni di equilibrio. Le raccolte, secondo le stime, saranno almeno del 20% in più rispetto alle annate precedenti, con un sensibile incremento dell' export.
Tra i fiori all' occhiello della produzione locale spiccano in particolare il Pecorino e la Passerina, pregiati vini bianchi che la nostra clientela ha da sempre il piacere di degustare in occasione degli aperitivi di benvenuto che offriamo settimanalmente.

Confermata la qualità delle acque Fermane. E' Bandiera Blu!

Sono quattro le località, in provincia di Fermo, che hanno ottenuto la Bandiera Blu prestigioso riconoscimento della Fee Italia (Foundation for environmental education) che viene attribuito ai litorali italiani.
Nella fase di valutazione portata avanti dalla giuria nazionale, hanno dato il loro contributo istituzioni quali il Ministero dei Beni culturali e del Turismo, il Ministero delle Politiche agricole, regioni, il Comando generale delle Capitanerie, l’Ispra, Il Consiglio nazionale dei chimici e l’Anci, nonché organismi privati quali i Sindacati balneari e la Fin.

A essere state premiate sono le spiagge di Porto Sant'Elpidio (lungomare), Fermo (Lido di Fermo Casabianca, Marina Palmense), Porto San Giorgio (litorale) e Pedaso (lungomare dei cantautori).
La Bandiera Blu, oltre ad essere un ambito riconoscimento, è uno stimolo per tutti a migliorare ancora.

 

IN BLU TURISMO SOSTENIBILE IN ADRIATICO

Il porto turistico di Porto San Giorgio sempre più al centro dello sviluppo turistico regionale. Tramite il Pescaturismo e le escursioni in mare, da oggi potrai scoprire le meraviglie Naturalistiche dell’ Adriatico, in modo originale ed ecosostenibile per conoscere il mare e guardarlo da varie angolazioni. Con In Blu Turismo Sostenibile in Adriatico, puoi trasformare una semplice vacanza in un viaggio di intense emozioni, dove la pesca si trasforma in un momento di apprendimento e di piacere nel trascorrere una giornata al mare. Uscendo in barca con i pescatori locali, potrai vederli ritirare le reti, ammirare la costa dal mare, vedere i delfini e vivere i nostri tramonti.  Potrai scegliere di partecipare ad una particolare degustazione, vivere esperienze indimenticabili legate al Nostro Territorio e alla stagionalità della Natura. Organizzatore Cea "Ambiente Mare"

Il nostro narratore al BIT di Milano!

Su invito del sindaco di Fermo, Adolfo ha portato le sue conoscenze sulla terra di Marca alla famosa esposizione milanese del turismo. 
Utilizzando gli aneddoti e l' esperienza in suo possesso, ha fatto conoscere il territorio della Marca attraverso un pittoresco scenario romanzato, dove un "giovin signore" del '700, durante il suo Grand Tour, visitava le colline fermane e assaporava tutta la loro storia, i segreti e le tradizioni.

Venite a trovarci e scoprirete la bellezza della nostra terra!

Fiera delle Qualità ed il successo della Dieta Mediterranea

dieta-mediterranea-mare-marche.jpg
Anche quest? anno si è svolta con successo la quarta edizione della ?Fiera delle Qualità?.
Nella splendida location di Palazzo Sant? Agostino a Montegiorgio, fra esposizioni e convegni è stato approfondito il tema della Dieta Mediterranea come colonna portante del vivere bene nella Terra di Marca. Non si tratta soltanto di una semplice fiera dei prodotti agroalimentari del territorio, ma di un micro cosmo dove la filosofia della ?Dieta Mediterranea? prende forma: odorando, assaporando e vivendo lo stile salutare che da secoli caratterizzano le popolazioni della zona.
L? iniziativa, promossa dal Laboratorio Piceno della dieta mediterranea e dal Comune di Montegiorgio, è stata articolati fra momenti di incontro con gli espositori aderenti e convegni di confronto attraverso gli interessantissimi convegni.
La Dieta Mediterranea non è un semplice alimento, ma molto di più. Essa promuove l? interazione sociale e ha dato luogo a un notevole corpus di conoscenze, canzoni, massime, racconti e leggende. La Dieta si fonda nel rispetto per il territorio e la biodiversità, e garantisce la conservazione e lo sviluppo delle attività tradizionali e dei mestieri collegati alla pesca e all'agricoltura nelle comunità del Mediterraneo.
Uno dei principali ingredienti della Dieta Mediterranea è l? olio extravergine di oliva, di cui la nostra terra ne rappresenta un? eccellenza a livello nazionale. La raccolta delle olive nel fermano rappresenta una vera e propria tradizione senza tempo, il cui culto si ripresenta ogni anno con immutato fermento. La cura nella lavorazione e le tecniche artigianali affinate nel corso degli anni fanno del nostro olio un punto di forza nel panorama nazionale.
Nella tua prossima vacanza nelle Marche potrai degustare questi prodotti tipici.

Il Saltarello: tradizione e folklore

saltarello-mare-marche-1.jpg
Le Marche sono un territorio pieno di storie e tradizioni. I gruppi folkloristici ne sono sicuramente una parte molto importante e il Saltarello è uno dei migliori esempi.
Il Saltarello è un ballo tradizionale di corteggiamento diffusosi nel Centro Italia, in particolare nelle Marche. Non esiste un' unica versione del saltarello, perchè ogni zona ha creato una propria variante ed una propria coreografia. E' un ballo che si fa in coppia, con rare forme di danza a quattro o in cerchio. 
II saltarello deriva dalla parola latina saltatio, una danza sacra romana, che i sacerdoti Salii eseguivano durante determinate feste e occasioni importanti per la comunità. Le origini antichissime della saltatio sono provate dal fatto che i sacerdoti Salii, durante le loro esibizioni, indossassero dei costumi che rievocavano l?abbigliamento degli antichi guerrieri centro-italici dell?VIII a.C
I ritrovamenti archeologici nelle Marche testimoniano che i Piceni avessero un rituale di danza armata, con ogni probabilità precedente o quantomeno coeva, a quella in uso tra i Romani. Dal XVII secolo il saltarello si afferma come la principale danza tradizionale del centro Italia. Le sue varianti locali sono ancora oggi praticate e conosciute. Per quanto concerne gli strumenti, il saltarello si balla accompagnato da organetto e tamburello. 
 Il saltarello contiene ancora l?anima di chi vive nel Piceno: i suoi passi e le sue musiche non sono un semplice ballo, ma un modo di intendere la vita, di esorcizzare il male e di celebrare la pienezza che solo l?amore per la Natura può testimoniare. Ballare il saltarello è un modo per capire da dove veniamo, chi continuiamo ad essere, dove possiamo andare.
La bellezza del nostro territorio, da scoprire e visitare!
 

Andare in vacanza con gli animali...ora si può!

cane-mare-marche.jpg
Oggi gli animali, ed i cani in generale, stanno diventando sempre di più veri e propri membri delle famiglie. Andare in vacanza al mare con il cane o il gatto è la soluzione ideale per condividere tranquillità e divertimento con gli amici a quattro zampe, ed è diventata la priorità di numerose famiglie che non vogliono privarsi della loro compagnia oppure non hanno nessuno a cui lasciarli.
I problemi riscontrati possono essere soprattutto logistici, nel trovare luoghi e strutture in cui gli animali siano accettati e accolti.
Fortunatamente negli ultimi anni la situazione sta cambiando e sempre più strutture e località si stanno aprendo ad accogliere questi fantastici animali a 4 zampe. 
La nostra zona, da sempre all' avanguardia per il turismo, non è da meno. Insieme alle varie esposizioni canine che ogni anno vengono organizzate dai nostri paesi (Fermo, Porto Sant' Elpidio e Sant' Elpidio a Mare), le amministrazioni comunali creano sempre più aree libere all' accesso dei cani  e le strutture si stanno organizzando e specializzando sempre di più per l'accoglienza. Inoltre l? ARCI Caccia CSAA Sez.Cinofilia Regione  Marche organizzerà nella nostra regione nel 2018 almeno quattro appuntamenti del campionato nazionale dell?esposizione canina nazionale.

La nostra struttura che da anni ospita gli animali, è stata una delle prime nel settore a creare spazi appositi dove gli animali possono essere liberi di divertirsi e le famiglie possono al contempo godersi la vacanza nel migliore dei modi senza creare alcun fastidio ad altri che non hanno questa passione in quanto i giardini privati e gli accessi ai bungalow sono tutti recintati e protetti.
Non c'è niente di meglio che godersi una vacanza in riva al mare nelle Marche con il proprio amico a quattro zampe…..

tempio-della-cuma-mare-marche.jpeg
In località La Cuma di Monte Rinaldo, nella media Valle del fiume Aso, si trova uno dei siti archeologici più suggestivi di tutte le Marche. Qui sono stati individuati nel 1957 i resti architettonici di un?importante santuario ellenistico di età tardo-repubblicana, ancora oggi oggetto di indagini archeologiche da parte degli studiosi.
Della struttura è stato riportato in luce un portico originariamente di 66 m di lunghezza e diviso in due navate da una doppia fila di colonne in tufo di diversa altezza (quattro ioniche con capitelli in ordine ionico italico e sette doriche esterne), le fondamenta di un muro a grossi blocchi di tufo a delimitazione dell?area sacra, un pozzo, canalette e un impianto idrico. Nella parte ovest del portico si trova un ambiente rettangolare di incerta destinazione con tre colonne ioniche tra due paraste mentre nella parte antistante si vedono le fondamenta del tempio che doveva essere rialzato su un podio. Insieme ai resti della struttura sono stati rinvenute anche diverse lastre fittili di rivestimento e figure di terracotta in altorilievo che dovevano appartenere alla decorazione frontale del tempio. Resta incerto quale sia il contesto storico e archeologico nel quale poter inserire il complesso come la divinità a cui fosse dedicato anche se la presenza di diversi elementi come il pozzo, le canalette etc. farebbero supporre una relazione con i rituali della Sanatio legati all?acqua.

Quest'anno, per la ricorrenza dei 60 anni dai primi ritrovamenti, sono riprese, dopo decenni di arresto, le attività di scavo che hanno permesso di portare alla luce e catalogare nuovi reperti e testimonianze storiche. Tra i nuovi ritrovamenti si segnala la presenza di decorazioni architettoniche di terracotta con numerose tracce di colore ancora vivaci e ben conservati.

Come sempre il nostro territorio è ricco di molte sue sfaccettature, ed è l' ideale per godersi una vacanza al mare immersi nella storia!

PETRITOLI: "Algunos dicen ... SI"

petritoli-matrimonio-mare-marche.jpg
El pequeño pueblo de Petritoli aproximadamente 2500 habitantes en la provincia de Fermo, unos años saltó a la fama por una 'actitud en particular: la elección es visitado cada año por decenas de parejas extranjeras para celebrar su boda.
Todo empezó casi por casualidad, gracias a algunos operadores turísticos en el norte de Europa, los residentes en Petritoli, que después de la boda de una pareja de jóvenes alemanes han publicitado el evento y el lugar más allá de las fronteras nacionales. El éxito fue increíble y las solicitudes no tardó en llegar, explotando el 'pulso de' la administración municipal que ha creado regulaciones ad hoc para poner a disposición de las zonas más pintorescas de la localidad.
Durante cinco años, a pronunciar la fatídica sí, vienen a esta ciudad en todo el mundo: Europa, Rusia, Australia, EE.UU., Nueva Zelanda, China. Son la "boda de inmigrantes". Hasta el momento, un centenar de pares, con el resultado de un mínimo de cincuenta invitados cada uno.
Por la zona también PETRITOLI un gran grupo de extranjeros ha adquirido en los últimos años ruinas de campaña que luego fueron reestructurados para estancias cortas o largas y la comunidad extranjera se ha convertido en el protagonista de un festival que se celebra anualmente en la que el aumento en el valor típico de sus países en un interesante intercambio protagonizada por toda la comunidad petritolese componen de italianos y extranjeros. Muy interesante también la iniciativa estable durante el año en el que los grupos aperitivos gratuitos se reúnen para practicar Inglés e italiano en una reunión informal que promueve la cohesión de la comunidad en el país.
Este fenómeno inesperado ha revitalizado la vida y la economía Petritoli, proporcionando impulso para la creación de nuevas empresas. Un hermoso ejemplo de cómo las ideas e iniciativas desde abajo, cuando ellos también son apoyados por el gobierno local, pueden conducir a grandes resultados.

Un día de fiesta en las Marcas en nuestra residencia Casabianca se hará descubrir la belleza de este territorio , sus rutas y los eventos ocultos de una comunidad viva.

Descubre de Italia Marcas Región

marche.jpg
Ofrecemos este artículo en el Sunday Express que habla de nuestra región: las marchas son el lugar ideal para un descanso de la rutina en la relajación y tranquilidad!
Lea el artículo

Torre di Palme

torre-di-palme-mare-marche.png
Ofrecemos un lugar maravilloso para visitar en un fin de semana: Torre di Palme (FM), puesto avanzado medieval en el esplendor de las Marcas con vistas a la costa y forma parte de los llamados castillos Fermo.
Famosa por la exactitud y uniformidad estética con la que se han conservado los edificios históricos, el pueblo es uno de esos lugares donde cada vista es única, entre los callejones estrechos y anchos vistas al mar. Una gran terraza con vistas al Adriático no que nunca olvidará!

@mecma foto IG

Los patos silvestres

fratino-mare-marche-1.jpg
Es un tamaño volátil minutos por nombre taxonómico Chorlitejo patinegro: los patos silvestres son una especie de ave en peligro de extinción.
Vive en la playa y en las dunas pone sus huevos.
Hoy en día hay pocas playas donde los patos silvestres tienen una oportunidad de sobrevivir.
Entre estos Lido di Fermo aún conserva las características apropiadas.
Y 'la playa adyacente al complejo de playa cerca de nuestra residencia.
Durante varios años, los voluntarios y los estudiosos han cercado la zona y observar discretamente a medida que avanza la jerarquización que tiene lugar entre marzo y junio.
Para los amantes de la naturaleza es una gran razón para combinar unas vacaciones de relax junto al mar con un turismo completamente naturalista: un digno de bienvenida del espíritu Marche, una estación para observar Fratini, un paseo escuchando el murmullo de las olas y una cerveza fría antes de volver al alojamiento.

La ciudade de Campofilone

campofilone-mare-marche.jpg
En esta foto se presenta Campofilone , el encantador pueblo de parada dentro de sus muros históricos. Pasear por sus calles, como en muchos pueblos de nuestra zona, encontrará edificios medievales intactas y sentir el olor de la antigua tradición culinaria de este país: i Macarrones Campofilone , pasta típica huevo.

La cisterna romana Di Fermo

cisterne-romane-fermo-mare-marche.jpg
Presentamos las cisternas romanas de Fermo, las más antiguas de Europa y sigue intacta. Un maravilloso laberinto de 30 habitaciones que se comunican entre sí.
Un día de fiesta en las Marcas, donde hay mucho por descubrir!

La belleza de Torre Di Palme

torre-di-palme-mare-marche.jpg
Inmersión a la derecha en la belleza atemporal de Torre di Palme, maravilloso pueblo de la parada situada en la cima de una colina con preciosas vistas al mar Adriático.

Fotos de Andrea Copparini (Instagram)